Aversa De Fazio, una famiglia di successo

«...Dino mi ha pulito quattro soldi sai... 300mila euro...», è un brano della conversazione avvenuta tra Antonio Aversa De Fazio e Giuseppe Giglio, collaboratore di giustizia, condannato a sei anni nel processo d'appello Aemilia. Dino è Donato Clausi, commercialista, condannato per associazione per delinquere di stampo mafioso. E' questo uno degli elementi emersi durante l'inchiesta … Continua a leggere Aversa De Fazio, una famiglia di successo

Incendi: le luci ambigue delle fiamme

Alla fine quello che impressiona sono i numeri: sono stati 25 gli incendi che dal 2013 al 2017 hanno riguardato in Veneto imprese di trattamento o siti di stoccaggio rifiuti. Alcuni tra questi, censiti alla fine del 2017 dalla commissione parlamentare d'inchiesta sul ciclo dei rifiuti, sarà stato causato da autocombustione – come pare sia … Continua a leggere Incendi: le luci ambigue delle fiamme

Alle radici del malaffare

di Gianni Belloni e Antonio Vesco   In Veneto si è sviluppato e radicato quello che è stato definito il più imponente caso di corruzione della storia repubblicana. Una struttura di relazioni articolata che ha coinvolto politici, alti funzionari, magistrati, imprenditori, professionisti, tecnici. Di fatto, nel sistema che ha fatto perno sul Consorzio Venezia nuova … Continua a leggere Alle radici del malaffare

I fanghi della Coimpo anche nel padovano

I venefici fanghi della Coimpo sono stati versati anche nei campi del padovano. E' uno dei tragici elementi che emergono dalla lettura di una corposa informativa del 2016 dell'allora Corpo forestale che raccoglie i risultati di tre anni di indagini sull'attività dell'azienda di Adria che trattava fanghi civili ed industriali e i cui responsabili - … Continua a leggere I fanghi della Coimpo anche nel padovano

«Una famiglia contigua alle cosche»

C'è una società nel Veronese attiva nel campo dei rifiuti che è da anni sotto osservazione degli investigatori antimafia tanto da essere stata oggetto di interdittiva antimafia da parte della Prefettura di Verona nel marzo del 2017. Si tratta della Adf srl, tuttora attiva, che viene iscritta nel gennaio 2011 nel registro delle imprese di … Continua a leggere «Una famiglia contigua alle cosche»

I Giardino in Slovacchia

L'omicidio del giornalista slovacco Jan Kuciak ha aperto uno squarcio sugli interessi economici dei gruppi criminali in quel paese dell'est Europa. Anche dal Veneto si allungano da parte di famiglie da anni sotto le lenti d'ingrandimento degli investigatori antimafia, reti d'interessi verso la Slovacchia. In particolare la famiglia Giardino, originaria di Isola Capo Rizzuto in … Continua a leggere I Giardino in Slovacchia

La signora degli intrighi

Intermediaria, faccendiera, procacciatrice d'affari: che mestiere fa la misteriosa donna che compare nel video dell'inchiesta di Fan page? Dalle prime informazioni emerge un quadro sfaccettato: interloquisce a nome di una cordata di imprenditori, procaccia informazioni, mette in contatto mondi diversi, esibisce contatti con la politica, va a caccia di possibili finanziamenti di qualsiasi provenienza. Non … Continua a leggere La signora degli intrighi

Venezia – Napoli: la liason dei rifiuti

Che siano scoasse o monnezza alla fine ci si intende. Tra Venezia, e il Veneto e Napoli, e la Campania, il traffico di rifiuti è stato continuo e così si sono rinsaldati, negli anni, accordi ed alleanze. Fin dai tempi della famigerata piattaforma di stoccaggio di rifiuti industriali e civili a Marghera gestita prima dalla … Continua a leggere Venezia – Napoli: la liason dei rifiuti

Il rapporto della Dia e il Veneto

“Le cosche di ‘ndrangheta, per quanto saldamente presenti nella regione d’origine, appaiono sempre più interconnesse con altre aree del territorio nazionale, specie del centro nord”. E' uno dei passaggi centrali della relazione semestrale della Direzione investigativa antimafia uscita in questi giorni. Secondo la Dia stiamo assistendo, in questi ultimo periodo, ad un rafforzarsi degli interessi … Continua a leggere Il rapporto della Dia e il Veneto