La camorra e il litorale veneto

Nell'estate del lontano 1993, quasi trent'anni fa, la Lega promosse un'imponente campagna per la legalità nel litorale veneto e friulano, con tanto di striscioni trainati da piccoli aerei che volteggiavano sulle spiagge. L'obiettivo di tanta massiccia mobilitazione era quello di ostacolare il commercio “abusivo” degli ambulanti immigrati, i famosi vù cumprà, “per prevenire la delinquenza … Continua a leggere La camorra e il litorale veneto

I diritti degli indios e la Padova degli affari

C'è molta Padova e molto Veneto nel conflitto riguardante la centrale idroelettrica sul Rio Petacón nel piccolo stato centroamericano dell'Honduras. Un conflitto che sembrava esaurito con l'abbandono del cantiere, nel 2018, della società padovana Sorgent.e e che pare invece aver ripreso vigore in queste settimane. Il progetto della centrale idroelettrica era stato approvato con decreto … Continua a leggere I diritti degli indios e la Padova degli affari

I fantasmi di Caorle

Sono sempre le fiamme a risvegliare il fantasma che tormenta Caorle. Nel maggio 2017 un incendio ha avvolto una delle 14 villette della vecchia lottizzazione della frazione di Ottava Presa. Ieri è toccato all'area della Falconera dove il fuoco ha intaccato la boscaglia che avvolgeva gli scheletri delle villette color ocra del vecchio progetto “Costa … Continua a leggere I fantasmi di Caorle

Grande Aracri inizia il suo racconto?

Anche in Veneto, così come in Emilia Romagna, più di qualcuno ha passato una notte agitata dopo la notizia filtrata ieri delle prime confessioni del boss Nicolino Grande Aracri, figura di primo piano della 'ndrangheta crotonese. E non solo tra i suoi affiliati. Nel nord sono queste le due regioni dove Grande Aracri e le … Continua a leggere Grande Aracri inizia il suo racconto?

Caorle: la politica che rimuove

La politica caorlotta di Claudio Casella non parla volentieri. Eppure è stato un personaggio di primo piano in questi ultimi vent'anni e i sindaci di Caorle con lui hanno avuto spesso a che fare. Ora, anche dopo l'ultima inchiesta per bancarotta fraudolenta l'immobiliarista sembra essersi eclissato e di lui molti vorrebbero scordarsi. A sentire il … Continua a leggere Caorle: la politica che rimuove

Cosa nostra a Verona

Sono le telefonate con il corriere per accordarsi sulla consegna dei mobili di Mondo Convenienza a convincere definitivamente gli investigatori che la famiglia Siverino si stava trasferendo, siamo nel gennaio del 2019, in Veneto e precisamente a Valeggio sul Mincio nel veronese. Antonio Siverino, detto U'Miliardario, è ritenuto, dalla procura antimafia di Catania, l'imprenditore di … Continua a leggere Cosa nostra a Verona

Montecchio Maggiore: il traffico di coca e la rotta delle pelli

Non fosse stato per il cognome la candidatura a sindaco di Lara alle ultime elezioni amministrative, giovane e brillante avvocata da sempre residente a Montecchio, sarebbe stata salutata con simpatia. Ma il cognome Criaco nella cittadina dell'ovest vicentino pesa come un macigno, tanto più che il chiacchieratissimo padre Francesco presenziava a tutti i banchetti di … Continua a leggere Montecchio Maggiore: il traffico di coca e la rotta delle pelli

Graziano Teso, biografia di un politico veneto

Non è un mostro Graziano Teso, il primo sindaco veneto condannato per vicende di mafia. Il suo percorso non ha nulla di straordinario o di appariscente, risulta simile a quello di tanti altri politici veneti. Teso, soprannome “canottiera”, “viticoltore e pensionato” come scrive con civettuola modestia nel suo curriculum, approda alla politica in giovanissima età. … Continua a leggere Graziano Teso, biografia di un politico veneto

La sentenza di Eraclea

Le sentenze dei tribunali sono passaggi cruciali. Per gli imputati, ovviamente, che ne va della loro vita. Perché possono coronare, o meno, una lunga attività repressiva. E perché costituiscono comunque dei momenti importanti, anche se non decisivi, nella comprensione degli avvenimenti. Questa sentenza riguarda una parte della lettura giudiziaria che fornì la Procura di Venezia … Continua a leggere La sentenza di Eraclea

Mondiali di sci di Cortina: lavori in corso con ‘ndrangheta

Ne hanno “beccata” una, ma ce ne sono altre, almeno quattro o cinque, sotto la lente di ingrandimento degli inquirenti. Gli operai della Garda Costruzioni srl, l'impresa colpita da interdittiva antimafia dalla Prefettura di Mantova dove ha sede, installavano cavi della telefonia nella galleria della statale d'Alemagna, tra Belluno e Cortina d'Ampezzo all'altezza della piccola … Continua a leggere Mondiali di sci di Cortina: lavori in corso con ‘ndrangheta