Onda Palace: una storia strampalata ed inquietante

Sarebbe bene metterci una bella targa sul grattacielo dell'Interporto una volta ultimato, che ricordi, a mò di ammonimento, una delle più strampalate ed inquietanti avventure immobiliari che Padova abbia conosciuto. Un progetto pensato sull'onda del boom immobiliare, ma deliberato nel 2008, già nella risacca della crisi economica che ha sconvolto il pianeta. Al bando per … Continua a leggere Onda Palace: una storia strampalata ed inquietante

La camorra e il litorale veneto

Nell'estate del lontano 1993, quasi trent'anni fa, la Lega promosse un'imponente campagna per la legalità nel litorale veneto e friulano, con tanto di striscioni trainati da piccoli aerei che volteggiavano sulle spiagge. L'obiettivo di tanta massiccia mobilitazione era quello di ostacolare il commercio “abusivo” degli ambulanti immigrati, i famosi vù cumprà, “per prevenire la delinquenza … Continua a leggere La camorra e il litorale veneto

I diritti degli indios e la Padova degli affari

C'è molta Padova e molto Veneto nel conflitto riguardante la centrale idroelettrica sul Rio Petacón nel piccolo stato centroamericano dell'Honduras. Un conflitto che sembrava esaurito con l'abbandono del cantiere, nel 2018, della società padovana Sorgent.e e che pare invece aver ripreso vigore in queste settimane. Il progetto della centrale idroelettrica era stato approvato con decreto … Continua a leggere I diritti degli indios e la Padova degli affari

I fantasmi di Caorle

Sono sempre le fiamme a risvegliare il fantasma che tormenta Caorle. Nel maggio 2017 un incendio ha avvolto una delle 14 villette della vecchia lottizzazione della frazione di Ottava Presa. Ieri è toccato all'area della Falconera dove il fuoco ha intaccato la boscaglia che avvolgeva gli scheletri delle villette color ocra del vecchio progetto “Costa … Continua a leggere I fantasmi di Caorle

Grande Aracri inizia il suo racconto?

Anche in Veneto, così come in Emilia Romagna, più di qualcuno ha passato una notte agitata dopo la notizia filtrata ieri delle prime confessioni del boss Nicolino Grande Aracri, figura di primo piano della 'ndrangheta crotonese. E non solo tra i suoi affiliati. Nel nord sono queste le due regioni dove Grande Aracri e le … Continua a leggere Grande Aracri inizia il suo racconto?

Caorle: la politica che rimuove

La politica caorlotta di Claudio Casella non parla volentieri. Eppure è stato un personaggio di primo piano in questi ultimi vent'anni e i sindaci di Caorle con lui hanno avuto spesso a che fare. Ora, anche dopo l'ultima inchiesta per bancarotta fraudolenta l'immobiliarista sembra essersi eclissato e di lui molti vorrebbero scordarsi. A sentire il … Continua a leggere Caorle: la politica che rimuove

Politica e affari: quello che potrebbe raccontare Domenico Mercurio

“Il Veneto colluso trema”, come ha titolato ieri un quotidiano calabrese, può suonare un po' eccessivo, ma in effetti negli ambienti investigativi c'è molta attesa rispetto alla collaborazione con i magistrati di Domenico Mercurio, personaggio di spicco nelle ultime inchieste sulla 'ndrangheta in Veneto.Imprenditore di San Martino Buonalbergo nel veronese, originario di Isola Capo Rizzuto, … Continua a leggere Politica e affari: quello che potrebbe raccontare Domenico Mercurio

Cosa nostra a Verona

Sono le telefonate con il corriere per accordarsi sulla consegna dei mobili di Mondo Convenienza a convincere definitivamente gli investigatori che la famiglia Siverino si stava trasferendo, siamo nel gennaio del 2019, in Veneto e precisamente a Valeggio sul Mincio nel veronese. Antonio Siverino, detto U'Miliardario, è ritenuto, dalla procura antimafia di Catania, l'imprenditore di … Continua a leggere Cosa nostra a Verona

Montecchio Maggiore: il traffico di coca e la rotta delle pelli

Non fosse stato per il cognome la candidatura a sindaco di Lara alle ultime elezioni amministrative, giovane e brillante avvocata da sempre residente a Montecchio, sarebbe stata salutata con simpatia. Ma il cognome Criaco nella cittadina dell'ovest vicentino pesa come un macigno, tanto più che il chiacchieratissimo padre Francesco presenziava a tutti i banchetti di … Continua a leggere Montecchio Maggiore: il traffico di coca e la rotta delle pelli

Tasselli nel puzzle criminale del Veneto orientale

Era inevitabile che i Maritan incrociassero Luciano Donadio sulla loro strada. Il mondo è piccolo e gli affari sono quelli. Punto di contatto Mimmo Celardo, napoletano, nel sandonatese dagli anni '80. Più volte arrestato per spaccio, intestatario di diverse attività economiche tra cui un ristorante, ma molto presente nel mondo dell'edilizia dove aveva prestanomi a … Continua a leggere Tasselli nel puzzle criminale del Veneto orientale