Arriva la Commissione parlamentare antimafia

Un’immersione di due giorni per osservare quello che si muove, discretamente a suo agio si direbbe, tra le pieghe della società e dell’economia venete. E’ quello che ha in programma di fare la Commissione parlamentare antimafia che sarà in missione ufficiale in Veneto tra mercoledì, a Verona e giovedì a Venezia presso le locali Prefetture.

Due tappe per due realtà, anche dal punto di vista criminale, profondamente diverse: a Verona i reticoli di ‘ndrangheta, insediati da decenni, hanno dimostrato una discreta capacità di interlocuzione con il mondo imprenditoriale, delle professioni e, anche politico con l’addensarsi di una ragguardevole area grigia in grado di connettersi con le strategie mafiose. A Venezia sotto i riflettori ancora una volta ci sarà il cronico problema dell’isola del Tronchetto e della gestione da parte della malavita dell’accesso dei turisti alla città lagunare. Ma la parte del leone la farà il litorale del Veneto orientale dove si tratterà di capire quali possano essere le evoluzioni della grande inchiesta sulla criminalità organizzata di stampo camorrista a Eraclea. Un indizio della direzione in cui guarda la Commissione potrebbe essere la scelta di audire Marco Favaro, storico leader ambientalista di Caorle, instancabile nel denunciare le reti di malaffare che hanno deturpato la costa veneta. E, “anche a Padova – sottolinea il deputato veneziano del Pd, Nicola Pellicani – si assiste ad un forte radicamento dei clan calabresi”.

La visita della Commissione presieduta da Rosy Bindi, quattro anni fa, non fu per nulla rituale, ma aprì uno squarcio su un panorama di sottovalutazione e rimozione anche da parte degli organi di contrasto, come venne con nitidezza denunciato nella relazione finale. Oggi, come ha dichiarato il presidente Nicola Morra, dei Cinque stelle: “la missione antimafia in Veneto è fondamentale per accendere un faro su quanto sta avvenendo ovvero una profonda penetrazione delle mafie nel tessuto economico e civile di tutto il territorio. Le indagini stanno dimostrando che questa penetrazione delle mafie non è una suggestione ma una purtroppo concreta realtà”.

Una visita sollecitata in particolare da Nicola Pellicani che in una nota spiega: “ho lavorato a lungo in questi mesi per giungere a questo appuntamento, fin dall’insediamento della Commissione nel novembre scorso, nella consapevolezza che le mafie hanno radici profonde nel Veneto, come confermato dalle ultime inchieste che hanno portato a oltre cento arresti in un mese”.

Sia a Verona che a Venezia il programma prevede l’audizione alla mattina del Prefetto, del Procuratore della Repubblica e dei diversi rappresentanti delle forze dell’ordine, al pomeriggio verranno auditi rappresentati della società civile, giornalisti ed esperti. Mercoledì a Verona alle 13.45 la Commissione ha convocato, presso la Prefettura, un incontro con la stampa per fare il punto sull’andamento dei lavori.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...