Non abbiamo idea su quale possa essere l’origine del grosso incendio avvenuto ieri a Castelfranco (vedi qui) che ha colpito la Ceccato Recycling – un’azienda che tratta rifiuti -, se sia di origine dolosa o meno.

Fatto sta che un paio di anni fa scorrendo la stampa locale del Veneto notammo un susseguirsi di questi eventi in particolare negli stabilimenti di trattamento e stoccaggio dei rifiuti.

Approfondendo il fenomeno, con l’Osservatorio ambiente e legalità, abbiamo integrato i dati dei vigili del fuoco sugli «incendi di edifici a destinazione commerciale ed industriale di stoccaggio e trattamento rifiuti» negli anni tra il 2007 e il 2011 e quelli dell’Arpav – riguardanti la stessa tipologia di rifiuti – per il 2012. Malgrado le differenti fonti i numeri saltano comunque all’occhio: nel veronese, ad esempio, nel 2007 abbiamo 5 incendi, nel 2008 1, nel 2009 3, nel 2010 2, nel 2011 1 e nel 2012 ben 7. Un trend simile ha riguardato il veneziano.

L’ipotesi, non così peregrina, è che appena vengono messi in discussione interessi o posizioni consolidate, il sistema di illegalità, connivenza, corruzione, reagisce mostrando il suo volto violento.

A questo proposito da segnalare i due incendi – avvenuto nel febbraio e nel marzo del 2014 – che hanno riguardato l’azienda Bigaran di servizi ambientali di San Biagio di Callalta (Tv). Nel primo, avvenuto nella notte tra 18 e 19 febbraio, era andato a fuoco del materiale organico depositato all’interno del capannone. Nel secondo, una settimana dopo, sono andati a fuoco cinque automezzi parcheggiati all’interno del piazzale, in una zona nascosta dagli sguardi da una siepe altissima.

Ricordiamo poi quanto accaduto a Feltre tra il 2012 e il 2014 con una serie di incendi, in particolare di cassonetti della carta. Oltre ai cassonetti, oltre trenta, era stata dato fuoco alla sede dei magazzini comunali nel maggio del 2012. Gli incendi sono avvenuti contestualmente al cambio del destinatario dell’appalto della gestione della raccolta della carta, prima in capo alla Aimeri Ambiente srl.