Binari e panini

Commercial Contact è una vera e propria multinazionale specializzata in lavori ferroviari con sedi a Parigi – nientemeno che in Boulevard Saint Germain –, Bratislava, Verona e Bari. Decine di dipendenti, un sito molto professionale e un curriculum di lavori di tutto rispetto. Cosa fa il suo amministratore? Farcisce panini, cioè ha una paninoteca a Milano, ed è lì che lavora. Vi sembra strano? Anche a noi.

Technical manager della Commercial Contact è Vincenzo Giardino. Porta un cognome scomodo, ma non se l’è scelto lui, come spesso, giustamente, fa notare. La Guardia di Finanza così come la Prefettura di Verona descrivono la famiglia Giardino, arrivata nel veronese da Isola Capo Rizzuto a metà degli anni ’90, come affiliata alla potente cosca ‘ndranghetista degli Arena. Alcuni dei dieci figli di Domenico Giardino hanno attraversato pesanti disavventure giudiziarie, mentre Vincenzo è uscito indenne, prima scarcerato e poi prosciolto, da un’inchiesta in cui è stato accusato di estorsione.

La Commercial Contact ha anche ottenuto l’iscrizione alla white list – la vecchia certificazione antimafia – da parte della Prefettura di Bari. A differenza di un’altra ditta in cui Vincenzo Giardino compare sempre come technical manager, la New World Construction, con sede a Crotone e che ha fatto domanda di iscrizione alla white list, senza esito, nel 2016.

Il 20% delle quote della Commercial Contact sono in mano alla Ellecosta srl, una ditta di Bolzano, mentre il resto delle quote è controllato della diramazione slovacca della Commercial Contact.

Vincenzo Giardino ha sempre sostenuto la sua estraneità alle strategie della famiglia ed in particolare al capofamiglia Alfonso. Per una curiosa coincidenza però sia Vincenzo che Alfonso si sono ritrovati in Slovacchia: Alfonso a capo della Agency Contact Sk proprio nella capitale Bratislava. Vincenzo come amministratore della Comercial Contact fino al 2017, diramazione slovacca, trasferita a Bratislava dalla città di Trenčianska Teplá dove aveva sede allo stesso indirizzo anche la Ferrovia SK amministrata, dal 2015, da Saverio Nicoscia. Saverio è padre di Daniel Nicoscia, famiglia imparentata con i Giardino, amministratore della Nicofer, altra impresa specializzata in armamento ferroviario e colpita nel giugno del 2017 da interdittiva antimafia da parte della Prefettura di Verona.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...